ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: Kofi Annan visita campi profughi, cessate il fuoco incondizionato

Lettura in corso:

Siria: Kofi Annan visita campi profughi, cessate il fuoco incondizionato

Dimensioni di testo Aa Aa

La violenza in Siria deve cessare, senza precondizioni. Lo ha ribadito Kofi Annan, durante la visita di alcuni campi profughi in Turchia. Sono circa 25mila i siriani che hanno trovato riparo oltre confine.

L’inviato speciale di Onu e Lega Araba è stato a Yeydadlagi e a Kilis, dove lunedì due siriani in fuga sono stati uccisi dalle forze di Damasco. Annan ha ribadito che occorre attuare il cessate il fuoco entro giovedì. I soldati siriani, ha aggiunto, stanno lasciando delle aree per spostarsi in altre.

“Questa situazione va avanti da troppo tempo”, ha detto l’ex segretario generale dell’Onu, “è ora di fermare le violenze, è ora di far tacere le armi, i soldati devono tornare nella caserme. E’ per questo che nel piano sottolineamo l’importanza di fermare le violenze”.

In Libano i rifugiati siriani sono circa ventimila, la maggior parte proviene da Homs. Non credono che il regime attuerà il cessate il fuoco. Uno di loro prima della visita di Annan in Turchia ha commentato con sarcasmo: “Non abbiamo nulla da dire a Kofi Annan, a parte grazie per l’uccisione di 150 persone dall’annuncio della scadenza del piano. Il popolo siriano continua a essere colpito. Ringraziamo la Russia e la Cina per l’uccisione di siriani. Kofi Annan vuole visitare un campo profughi in Turchia e loro gli hanno fatto un regalo sparando contro i campi di rifugiati”.