ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: protesta anti-brogli si sposta ad Astrakhan

Lettura in corso:

Russia: protesta anti-brogli si sposta ad Astrakhan

Dimensioni di testo Aa Aa

Sopite nell’ultimo mese, dopo l’elezione di Vladimir Putin alla presidenza, le proteste dell’opposizione russa riprendono vita ad Astrakhan.

Nel sud del paese si susseguono le manifestazioni in favore dell’ex candidato sindaco e membro del partito Russia Giusta, Oleg Shein, perdente alle elezioni municipali del 4 marzo che hanno visto vincere l’esponente del partito di governo Russia Unita. Da quasi quattro settimane, Shein continua lo sciopero della fame per protestare contro presunti brogli nel voto, con altre 22 persone.

Ma l’autorità giudiziaria di Astrakhan getta acqua sul fuoco:

“Le violazioni che sono state riscontrate non hanno influito sul risultato di Oleg Shien e non potevano stravolgere il risultato delle elezioni”.

Nei pressi della commissione elettorale, scontri tra i sostenitori di Shein e quelli di Russia Unita. Per evitare che la situazione degenerasse, la polizia ha
trascinato via i putiniani, dopo aver creato una catena umana per separare le due parti. Un uomo che voleva piantare una tenda all’esterno dell’amministrazione regionale è stato fermato.