ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Disastro di Smolensk, per la destra la verità è stata coperta

Lettura in corso:

Disastro di Smolensk, per la destra la verità è stata coperta

Dimensioni di testo Aa Aa

Due anni fa aveva unito la Polonia nel cordoglio, oggi il disastro aereo di Smolensk divide. Nella città russa precipitò il 10 aprile del 2010 l’aereo che ospitava l’allora presidente Lech Kaczynski.
 
Nel secondo anniversario si sono svolte due distinte cerimonie per ricordare quei fatti. Le celebrazioni ufficiali al cimitero militare, dove sorge un monumento in ricordo delle 96 vittime.
 
Presente il premier polacco Donald Tusk. Ha disertato, invece, il fratello gemello di Lech, Jaroslaw Kaczynski, che ha preferito prendere parte a una manifestazione di cordoglio alternativa. A Varsavia, assieme a un migliaio di militanti e simpatizzanti del suo partito Giustizia e libertà, si è presentato davanti al palazzo presidenziale.
 
Una decisione conseguenza della posizione del leader del partito di destra, secondo il quale il fratello è stato ucciso, probabilmente per mano russa, sostenendo inoltre che il governo in carica abbia contribuito a nascondere la verità.