ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: governo e opposizione gettano ombre sull'accordo di pace

Lettura in corso:

Siria: governo e opposizione gettano ombre sull'accordo di pace

Dimensioni di testo Aa Aa

Alla vigilia della scadenza fissata dalla comunità internazionale, nuovi diktat minacciano l’accordo di pace in Siria. I video amatoriali mostrano una realtà di violenza senza fine, che fa da sfondo al rifiuto di Damasco di ritirare i militari dalle città in assenza di garanzie scritte da parte dell’opposizione, a sua volta scettica nei confronti del potere centrale.

Bashar al Assad aveva accettato il piano di uscita dalla crisi presentato dall’inviato speciale di Nazioni Unite e Lega Araba Kofi Annan, che prevede il ritiro dell’esercito dai centri urbani entro domani per permettere un cessate il fuoco totale entro le 48 ore successive.

Ma ora il presidente siriano esige garanzie da quelli che definisce “terroristi armati”, per evitare che possano riorganizzarsi una volta allontanate le forze governative dalle aree calde della crisi.

Gli attivisti denunciano una recrudescenza della violenza e parlano di centinaia di morti durante il fine settimana. All’Onu si chiede un intervento urgente per fermare la catastrofe umanitaria. Domani Kofi Annan sarà nei campi profughi in Turchia, dove si trovano ormai oltre 24.500 siriani in fuga.