ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali: tolte le sanzioni, manifestazione contro la secessione

Lettura in corso:

Mali: tolte le sanzioni, manifestazione contro la secessione

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati dell’Africa Occidentale hanno annullato tutte le sanzioni imposte al Mali il 2 aprile, in seguito al colpo di Stato. La revoca è stata possibile dopo che la giunta militare di Amadou Sanogo ha accettato di lasciare il potere ad autorità civili e mentre a preoccupare la comunità internazionale è la secessione del Nord del Paese.

Contro la dichiarazione d’indipendenza dell’Azawad hanno manifestato ieri a Bamako circa 2000 persone.
Intanto è rientrato in Mali il presidente del Parlamento, Dioncounda Traoré, che sarà il nuovo Capo dello Stato ad interim, durante il periodo di transizione verso libere elezioni.

Il suo primo compito sarà cercare una soluzione politica per l’Azawad, una vasta regione in preda al caos, dove l’emergenza umanitaria rischia di aggravarsi in assenza del potere centrale e a causa dello scontro interno tra le diverse fazioni ribelli.

La proclamazione d’indipendenza da parte dei tuareg del MNLA non sembra tra l’altro corrispondere ai reali rapporti di forza, visto che a prevalere sul terreno, nel nord, sono gli integralisti di Ansar Dine, appoggiati da Al-Qaida nel Maghreb islamico.