ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Lega Nord: segretaria conferma distrazione di fondi


Italia

Lega Nord: segretaria conferma distrazione di fondi

L’addio di Umberto Bossi alla segreteria della Lega Nord sembra chiudere un’epoca. Anche se il Senatur potrebbe rimanere nel partito come presidente e se il triumvirato che lo sostituirà gli riconferma piena fiducia, lo scandalo sui finanziamenti lascerà il segno.

Ma Bossi si dice vittima di un complotto: “La Lega è pericolosa. E’ sotto l’occhio non solo di Roma farabutta, che ci ha mandato questo tipo di magistrati, ma sotto l’attenzione anche della militanza. Quindi bisogna fare le cose giuste.”

Lo scandalo sul partito che aveva fatto della trasparenza una sua bandiera ha colpito molto gli italiani, già poco fiduciosi nella politica.

“Al di là della sua arroganza iniziale e politica – commenta un uomo -, la persona in sé mi sembra abbastanza pulita.”

“Due giorni fa – racconta un altro cittadino – c’era un titolo su un giornale che diceva: questo è un Paese di ladri. Si commenta da solo. L’Italia è messa così per questo.”

“E’ uno dei pochi, però, che si sono dimessi – fa osservare qualcuno -. Gli altri avrebbero mandato via il tesoriere del partito.”

Il caso è esploso in seguito alle indagini di tre procure sul tesoriere della Lega Nord Francesco Belsito, accusato di aver materialmente distratto fondi del partito e nella cui cassaforte è stata trovata documentazione sulle spese personali della famiglia Bossi. La segretaria amministrativa della Lega, Nadia Dagrada, ha dichiarato ai pm che dal 2003, con i soldi del finanziamento pubblico, sono state pagate spese dei familiari del Senatur.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Guardia costiera Usa affonda la nave fantasma giapponese