ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia in piazza dopo il suicidio di un pensionato

Lettura in corso:

Grecia in piazza dopo il suicidio di un pensionato

Dimensioni di testo Aa Aa

In Grecia tornano gli scontri e i feriti dopo il suicidio in piazza Syntagma di un farmacista, protesta estrema contro i tagli a stipendi e pensioni.

Con lacrimogeni e manganelli, la polizia in tenuta anti sommossa ha cercato di disperdere i manifestanti, che ad Atene come a Salonnico si erano riuniti in maniera spontanea.

Davanti al parlamento, fiori e lutto in memoria del pensionato di 77 anni che ha scelto di morire davanti al Parlamento, in quella stessa piazza che da due anni è teatro della protesta contro il rigore applicato dal governo per evitare il fallimento e ottenere gli aiuti internazionali.

Diffuso il malcontento contro le autorità di Atene: “Tutti saranno addolorati per quello che è successo”, commenta un pensionato, “Quelli che non lo saranno sono quei 300 che stanno lì dentro”.

“È una vergogna, una vera vergogna”, aggiunge un’ateniese, “Avrebbe potuto essere uno di noi, della nostra famiglia. Oggi mi hanno pagato il bonus di Pasqua: al posto di 400 euro, ho avuto 180 euro. Come riuscirò a vivere? C‘è l’affitto, ci sono i miei figli”.

Un’austerity che non lascia speranza. Spararsi allora, ha lasciato scritto il suicida, è “l’unica forma di lotta dignitosa prima di ridursi a frugare cibo nella spazzatura”.