ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Bout: Russia accusa Usa "sentenza politica"

Lettura in corso:

Caso Bout: Russia accusa Usa "sentenza politica"

Dimensioni di testo Aa Aa

La condanna a 25 anni di carcere inflitta dalla Corte d’appello di New York al trafficante d’armi russo Victor Bout provoca la reazione di Mosca.

L’ex ufficiale dell’armata rossa, noto anche come il mercante della morte, è stato ritenuto colpevole di aver venduto armi alle Forze armate rivoluzionarie della Colombia.

Accuse parziali e infondate secondo il Cremlino che parla di sentenza orchestrata politicamente e chiede il rimpatrio di Bout.

“Nonostante l’inconsistenza delle prove e il metodo illegale seguito per il suo arresto, con la partecipazione di agenti dei servizi segreti degli Stati Uniti in Thailandia e la successiva estradizione – sostiene la portavoce del ministro degli Esteri, Maria Zakharova – il sistema giudiziario americano, eseguendo un evidente ordine politico, ha ignorato le argomentazioni degli avvocati della difesa, così come gli appelli di alto profilo a sostegno di un cittadino russo”.

Bout è stato estradato negli Usa nel 2008, dopo essere stato catturato in Thailandia. Nel 2000, un rapporto delle Nazioni Unite lo ha citato come un elemento fortemente legato alla criminalità organizzata russa.