ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vent'anni fa l'inizio del conflitto in Bosnia. A Sarajevo si ricordano le prime vittime civili

Lettura in corso:

Vent'anni fa l'inizio del conflitto in Bosnia. A Sarajevo si ricordano le prime vittime civili

Dimensioni di testo Aa Aa

Suada Dilberovic e Olga Sucic. Una lapide posta sul ponte Vrbanja nei pressi del Parlamento a Sarajevo le ricorda come le prime vittime civili di quello che poi si trasformo’ in un bagno di sangue lungo tre anni.

Vent’anni dopo quel 5 aprile del 1992, quando le due donne vennero uccise da cecchini serbi durante una manifestazione pacifica, i bosniaci commemorano l’inizio dell’assedio di Sarajevo, sottolineando tutte le assurdità di una guerra che dal ’92 al 95 fece 200mila morti e costrinse quasi due milioni di persone ad abbandonare le proprie case.

“Non abbiamo un paese unito, come avremmo voluto. – racconta una testimone di quei giorni -. Non riusciamo ancora a convivere in buone relazioni. Credo che queste persone siano morte per nulla”

Il conflitto in Bosnia, iniziato ufficialmente il 6 aprile di 20 anni fa, dopo il riconoscimento europeo dell’indipendenza della Bosnia – Erzegovina dalla Yugoslavia, provoco’ nella sola Sarajevo 11.500 vittime civili, tra cui 1600 bambini.