ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA, strage di Oakland esecuzione calcolata

Lettura in corso:

USA, strage di Oakland esecuzione calcolata

Dimensioni di testo Aa Aa

Si sentiva deriso e voleva vendicarsi l’uomo accusato della strage di Oakland in California: un’esecuzione a sangue freddo, tutto calcolato. One Goh, 43 anni, di orgini coreane, è arrivato alla Oikos University, di cui era studente prima di essere cacciato.

Prima della resa in un vicino supermercato, ha ucciso sette persone. Altre tre sono ancora in ospedale. “Sappiamo che è venuto qui con l’intenzione di cercare una responsabile dell’istituto – ha dichiarato il capo della polizia Howard Jordan -. Sappiamo che era un po’ innervosito a causa di alcuni studenti per il modo in cui lo avevano trattato quando studiava ancora qui”.

L’uomo sarebbe stato allontanato per problemi comportamentali. Arrivato nell’istituto, avrebbe preso una persona in ostaggio alla reception, e avrebbe poi iniziato a dare la caccia a una delle amministratrici, senza trovarla.

Poi la strage, la più grave avvenuta in un college statunitense dal 2007: ha sparato a un segretario e di seguito ad alcuni studenti, uno alla volta, dopo averli messi in fila. Tutto questo con una pistola semi-automatica, acquistata legalmente.