ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Evasione fiscale: Germania e Svizzera in rotta di collisione

Lettura in corso:

Evasione fiscale: Germania e Svizzera in rotta di collisione

Dimensioni di testo Aa Aa

Le poche decine di metri che separano l’ambasciata svizzera di Berlino dalla Cancelleria rischiano di celare un’importante frattura tra i due Paesi sul delicato dossier dell’evasione fiscale.

La Germania cerca di abbassare il tono della polemica dopo il mandato d’arresto spiccato dalle autorità elvetiche per 3 ispettori del fisco tedeschi accusati di spionaggio economico.

“La Cancelliera non crede che le relazioni siano intaccate” ha detto il portavoce di Angela Merkel. “Constata semplicemente assieme al governo tedesco che ci sono questioni non risolte da decenni tra Germania e Svizzera. E proprio questa è una ragione valida per far entrare in vigore l’accordo fiscale”.

I funzionari del fisco della Germania avrebbero preso parte alla transazione per entrare in possesso di un compact disc contenente i dati di clienti del Credit Suisse da utilizzare per individuare gli evasori. Un cd comprato nel 2010 dal Nord Reno Vestfalia al prezzo di 2,5 milioni di euro.

Germania e Svizzera trattano da anni un accordo fiscale che ora rischia di vedere scritto il proprio epitaffio. Meglio trovare una soluzione con tutti i Paesi europei è stato il commento di Kathy Riklin, responsabile del Parlamento svizzero per i rapporti col Bundestag.