ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: cessate il fuoco fra tribù al sud, scontri a ovest

Lettura in corso:

Libia: cessate il fuoco fra tribù al sud, scontri a ovest

Dimensioni di testo Aa Aa

Nella Libia del dopo Gheddafi è scontro per il controllo del territorio. All’arrivo del primo ministro Abdurrahim El Keib, per le strade di Sabha – nel deserto libico – sono ancora evidenti i segni della battaglia.

Il governo di transizione ha annunciato il raggiungimento di un cessate il fuoco fra le tribù del sud dopo una settimana di scontri, con oltre 150 morti e circa 400 feriti.

“L’attacco alle vite e alle proprietà dei cittadini in base alla loro origine etnica o regionale è una violazione della legge – ha detto El Keib in conferenza stampa – e il governo non tollererà queste violazioni”.

L’esecutivo che guiderà il paese alle prossime elezioni non è ancora riuscito a riprendere il controllo sulle migliaia di miliziani che hanno combattuto contro il regime di Gheddafi.

E mentre nel sud torna una calma apparente, nuovi scontri si segnalano a ovest, vicino al confine con la Tunisia, dove una milizia berbera ha fatto una vittima nel villaggio di Al Jumail.