ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Birmania: speranze concrete per Aung San Suu Kyi


Myanmar

Birmania: speranze concrete per Aung San Suu Kyi

La vittoria di Aung San Suu Kyi. Manca ancora la conferma ufficiale, che potrebbe arrivare tra una settimana con i risultati definitivi delle elezioni; ma la Lega Nazionale per la Democrazia precisa che la leader dell’opposizione ha conquistato un seggio in parlamento. Manifestazioni di gioia e applausi in tutto il paese da parte dei sostenitori della premio Nobel. Le elezioni si sarebbero svolte in un contesto regolare.

“Il fatto di essere qui è positivo” commenta Robert Cooper, un osservatore. “Il governo non ha mai invitato gente come noi a votare. Questa è un’ottima cosa”.

La regolarità della tornata elettorale è molto importante. L’Occidente, infatti, potrebbe annullare le sanzioni imposte al paese, a patto che lo scrutinio sia libero e onesto.

“Non ho visto atti di intimidazione nei confronti di nessuno stavolta” dice Thu Wai, leader del Partito Democratico. “La gente è libera di votare e noi candidati possiamo controllare ogni stand, dove posso entrare e fare domande. Se vedo qualcosa di sospetto, vado a lamentarmene”.

Il governo è divenuto formalmente civile un anno fa, dopo mezzo secolo di dittatura militare. La comunità internazionale è rimasta sorpresa dalla rapidità con cui sono state messe in atto riforme politiche ed economiche.

Prossimo Articolo

mondo

Lisbona, manifestazioni a difesa dei comuni e contro l'austerità