ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Birmania: speranze concrete per Aung San Suu Kyi

Lettura in corso:

Birmania: speranze concrete per Aung San Suu Kyi

Dimensioni di testo Aa Aa

La vittoria di Aung San Suu Kyi. Manca ancora la conferma ufficiale, che potrebbe arrivare tra una settimana con i risultati definitivi delle elezioni; ma la Lega Nazionale per la Democrazia precisa che la leader dell’opposizione ha conquistato un seggio in parlamento. Manifestazioni di gioia e applausi in tutto il paese da parte dei sostenitori della premio Nobel. Le elezioni si sarebbero svolte in un contesto regolare.

“Il fatto di essere qui è positivo” commenta Robert Cooper, un osservatore. “Il governo non ha mai invitato gente come noi a votare. Questa è un’ottima cosa”.

La regolarità della tornata elettorale è molto importante. L’Occidente, infatti, potrebbe annullare le sanzioni imposte al paese, a patto che lo scrutinio sia libero e onesto.

“Non ho visto atti di intimidazione nei confronti di nessuno stavolta” dice Thu Wai, leader del Partito Democratico. “La gente è libera di votare e noi candidati possiamo controllare ogni stand, dove posso entrare e fare domande. Se vedo qualcosa di sospetto, vado a lamentarmene”.

Il governo è divenuto formalmente civile un anno fa, dopo mezzo secolo di dittatura militare. La comunità internazionale è rimasta sorpresa dalla rapidità con cui sono state messe in atto riforme politiche ed economiche.