ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali: la giunta militare chiede aiuto alla comunità internazionale

Lettura in corso:

Mali: la giunta militare chiede aiuto alla comunità internazionale

Dimensioni di testo Aa Aa

La giunta militare chiede il sostegno della comunità internazionale per contrastare l’insurrezione in Mali, dove al nord i ribelli tuareg hanno espugnato il nodo strategico di Kidali. I golpisti che la scorsa settimana hanno destituito il presidente Amadou Toumani Touré sono però sotto pressione soprattutto da parte dei Paesi confinanti. “Rinnoviamo l’invito all’Ecowas – ha detto il leader dei militari Amadou Sanogo – affinché approfondisca l’analisi della situazione in cui si trova il Mali in questo momento. Chiediamo di analizzare le ragioni che ci hanno portato a questa situazione”.

I leader della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale hanno imposto un ultimatum ai militari per la restituzione del potere ai civili, pena il blocco economico, commerciale, finanziario e diplomatico. “Le sanzioni sono molto dure, sproporzionate – dice un medico di Bamako -. Applicarle danneggerebbe non solo la giunta, ma la popolazione del Mali, già impoverita a causa dei problemi derivanti dal conflitto al nord. Le sanzioni creerebbero ancora più debolezza e povertà”.

L’ultimatum scade lunedì. Intanto nelle strade della capitale sostenitori e oppositori della giunta si scontrano, mentre i ribelli del nord approfittano del caos per preparare altre offensive.