Chiudere
Login
Inserisci i dati di login

o Registrati

Hai dimenticato la password?

Skip to main content

|

L’Unione europea e ilGoverno Ucraino hanno siglato l’accordo di associazione politica e integrazione economica. Il cui obiettivo è dare il via a un’area di libero scambio.

La firma definitiva del Trattato potrebbe attardarsi fino al prossimo Ottobre, data in cui si terranno le prossime elezioni politiche. La condizione imposta dalle autorità europee affinchü il trattato venga approvato in ogni sua parte è la liberazione dell’ex Premier Yulia Timoschenko.

Bruxelles, infatti, ha siglato appena 160 delle 1700 pagine dell‘âccordo.
Valery Khoroshkovsky, vice Primo Ministro, afferma: “Per prima cosa, dobbiamo parlare del patto che abbiamo definito insieme ai nostri partner e delle aree che interessa. Come l’area di libero scambio o il trattato di associazione, ma anche la nostra capacità a ottenere aiuti finaziari o economici”.

Il trattato di associazione è supportato dal partito di Yulia Timoschenko, che ritiene però l’esecutivo in carica incapace di rispettare gli impegni presi.
Grygoriy Nemyrya, del Partito Batkivshchyna afferma:“Per il Governo è un test. Sarà il momento della verità dal momento che il Presidente Yanuckovick e il suo governo ripetono in continuazione che sono a favore dell’integrazione europea. Il patto di associazione è un momento cruciale”

Pensato per allontanare Kiev dall’orbita di Mosca, il patto di associazione è un passo importante per le relazioni commerciali tra Europa e Ucraina. Una volta approvato dai rispettivi parlamenti il testo avvierà relazioni semplificate in molti settôri dall’agricoltura ai servizi finanziari.

Copyright © 2014 euronews

maggiori informazioni
|