ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il video di Merah rilancia la pista di un complice

Lettura in corso:

Il video di Merah rilancia la pista di un complice

Dimensioni di testo Aa Aa

Il video girato dal killer di Tolosa e Montauban e inviato alla tv Al Jazeera rilancia la pista di un complice.

Dando seguito a un appello del presidente Sarkozy, l’emittente panaraba ha comunicato che non diffonderà, né cederà a terzi le immagini.

Messo a disposizione delle autorità, il video ripercorre in ordine cronologico i due attacchi contro i militari e quello alla scuola ebraica.

Il direttore della sede parigina di Al Jazeera ha parlato di “filmato duro da digerire”, in cui la voce del killer è accompagnata dalle grida delle vittime e montata con canti islamici e letture dal Corano.
Intitolato “Al Qaida attacca la Francia”, il video non aggiungerebbe alcun elemento alle indagini.

Il suo invio per posta il giorno in cui Mohamed Merah era già assediato dalla polizia, rilancia tuttavia la pista di un possibile complice.

Chiesta la sepoltura in Algeria per evitare possibili rappresaglie e profanazioni, il padre ha intanto fatto sapere che citerà in giudizio lo Stato francese per la morte del figlio.

Propositi a cui dal presidente Sarkozy al Ministro degli esteri Juppé, Parigi ha reagito con indignazione, parlando di “mostro” a cui la Francia non deve nulla.

Sette fra cui tre bambini, le vittime di Merah in otto giorni, prima del tragico assedio della scorsa settimana, concluso con la sua uccisione da parte dei gruppi speciali della polizia.