ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

No alle colonie illegali. Schiaffo della Corte Suprema a Netanyahu

Lettura in corso:

No alle colonie illegali. Schiaffo della Corte Suprema a Netanyahu

Dimensioni di testo Aa Aa

Oggetto del contendere è Migron: una serie di insediamenti sorti oltre dieci anni fa in territorio cisgiordano, senza l’autorizzazione del governo israeliano.

Rigettando una proposta del gabinetto Netanyahu di posticipare la soluzione al 2015, l’alta corte ha confermato un suo precedente pronunciamento, ordinandone lo smantellamento entro il mese di agosto.

“Siamo soddisfatti dalla decisione della Corte Suprema di respingere l’accordo fra governo e coloni – commenta il direttore del movimento isrealiano Peace Now, Yariv Oppenheimer -. La terra di Migron deve tornare ai suoi legittimi proprietari, i palestinesi. Ed è quanto la Corte Suprema ha confermato”.

Sfidando il no statunitense, appena la scorsa settimana il Consiglio dei diritti umani dell’Onu aveva approvato l’apertura di un’inchiesta sugli insediamenti israeliani nei territori palestinesi: un’iniziativa di cui il premier Netanyahu ha subito annunciato il boicottaggio, bollandola come ipocrita.