ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: lobby degli atei contro religione in politica

Lettura in corso:

USA: lobby degli atei contro religione in politica

Dimensioni di testo Aa Aa

Lobby e contro-lobby: nel pieno delle primarie repubblicane, e in vista della campagna per le presidenziali, gli atei scendono in campo per contrastare quello che ritengono essere un eccessivo peso politico delle comunità religiose, cattoliche in particolare.

L’attacco alla Chiesa è diretto: “mi fa infuriare il fatto che la gente muoia di Aids in Africa e Sud America perché la Chiesa cattolica li ha convinti che usare il preservativo faccia piangere Gesù bambino”, dice una nota blogger, fragorosamente applaudita dagli altri circa 10.000 partecipanti alla “marcia della ragione”. Una risposta, anche, ai molti riferimenti religiosi di alcuni candidati alle primarie repubblicane, come Rick Santorum, tra l’altro vincitore ieri in Louisiana:

“Penso a gente come per esempio Rick Santorum, con una visione platealmente religiosa, con la loro opposizione alla contraccezione e al matrimonio omosessuale, e tutta quella gente con un linguaggio così di fuoco… e la gente non ha il coraggio di attaccare la religione: criticano i bigotti, ma non la religione, perché è tabù”.

Gli atei cercano di pesare come lobby, ma stando ai sondaggi sarà difficile: il 67% degli americani sarebbe ostile a un Presidente dichiaratamente ateo.