ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama chiede pressioni della Cina su Pyongyang

Lettura in corso:

Obama chiede pressioni della Cina su Pyongyang

Dimensioni di testo Aa Aa

La Cina deve usare la sua influenza per costringere la Corea del Nord a cessare le provocazioni: lo ha detto Barack Obama nel corso del viaggio in Corea del Sud, dove si sta per aprire un vertice sulla sicurezza nucleare.

Un momento forte della visita, l’arrivo di Obama a Camp Bonifas, una base a 400 m dalla zona demilitarizzata sulla frontiera tra le due Coree.

Un gesto che vuole essere un messaggio chiaro al giovane leader nord-coreano, Kim Jong-un, e il messaggio Obama lo ha poi spiegato in conferenza stampa:

“La Corea del Nord non otterrà nulla con le minacce o le provocazioni. La Corea del Nord è a conoscenza dei suoi doveri, e deve fare passi irreversibili per adempiere a questi doveri. Su questo, gli Stati Uniti e la Repubblica di Corea sono assolutamente uniti”.

Pyongyang ha recentemente annunciato il lancio di un vettore spaziale, tra il 14 e il 18 aprile: dovrebbe mettere in orbita un satellite, ma secondo USA, Corea del Sud e Giappone in realtà si tratta di un test missilistico mascherato.

Proprio oggi a Pyongyang si celebravano i cento giorni dalla morte di Kim Jong-il, il padre dell’attuale leader. Mentre domani, in coincidenza con il vertice di Seoul sulla sicurezza nucleare, si celebra il centenario della nascita di Kim Il-sung, fondatore della Corea del Nord.