ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: la Duma approva riforma elettorale

Lettura in corso:

Russia: la Duma approva riforma elettorale

Dimensioni di testo Aa Aa

Riforma elettorale: la invocava l’opposizione russa, l’approva il Parlamento. Ma non è detto che risponda alle attese.
La Duma, la camera bassa del Parlamento russo, ha approvato una proposta di legge che semplifica la partecipazione di un partito alle elezioni, ma continua a non consentire le coalizioni.
La norma, che dovrebbe essere approvata nei prossimi giorni anche dal Consiglio della Federazione, rappresenta un segnale positivo, secondo Sergei Udaltsov, un blogger, personaggio-simbolo dell’opposizione:
“Oggi accolgo con favore questo primo passo, in larga parte dovuto all’attività dei cittadini e dell’opposizione reale. Ma se si faranno altri passi, questa sarà solo una falsa riforma volta a preservare il monopolio del potere. Spero che non accada”.
Secondo un altro oppositore, il leader di Iabloko, questa riforma, dietro a un’apertura apparente, in realtà mira a un’ulteriore frammentazione dell’opposizione:
“Possiamo parlare di una vittoria, in termini generali? No, non possiamo, perché altre leggi nel contempo vietano di creare coalizioni elettorali”
Finora un partito doveva avere almeno 40.000 iscritti, per potersi registrare: ora ne basterebbero 500. Una facilitazione chiesta dall’opposizione, ma forse eccessiva, tale da consentire la presentazione di un numero enorme di mini-partiti.