ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Morte Trayvon Martin: Obama, se avessi un figlio sarebbe come lui

Lettura in corso:

Morte Trayvon Martin: Obama, se avessi un figlio sarebbe come lui

Dimensioni di testo Aa Aa

Sull’uccisione di Trayvon Martin chiede chiarezza anche il presidente degli Stati Uniti. “Se avessi un figlio sarebbe come lui”, ha detto Barack Obama, quasi un mese dopo la morte di questo adolescente di 17 anni, freddato con un colpo di pistola al petto, da un uomo che stava facendo delle ronde di controllo in un quartiere di Sanford, in Florida.

La vicenda, che indigna numerosi americani convinti che sia un crimine di natura razziale, emoziona il capo della Casa Bianca. “Il mio messaggio principale è per i genitori di Trayvon Martin”, ha detto Obama. “Se avessi un figlio, assomiglierebbe a Trayvon. E’ giusto che si aspettino che tutti noi americani prendiamo questa vicenda con la serietà che merita e che andiamo fino in fondo per capire cosa è successo esattamente”.

Il 26 febbraio George Zimmerman, 28 anni, ha sparato a Trayvon che stava rientrando a casa, in tasca delle caramelle appena comprate. Per Zimmerman invece il ragazzo aveva un atteggiamento sospetto. L’uomo è libero, grazie a una legge permissiva in tema di legittima difesa, votata nel 2005 in Florida, con il sostegno della lobby delle armi.

Sul caso indaga l’Fbi, mentre si è dimesso il capo della polizia di Sanford accusata di proteggere Zimmerman. Manifestazioni si svolgono quotidianamente per chiedere giustizia. I genitori di Trayvon hanno raccolto oltre un milione di firme su internet per chiedere l’incriminazione di Zimmerman per omicidio.