ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tolosa, spari nella notte: assedio infinito al presunto killer dello scooter

Lettura in corso:

Tolosa, spari nella notte: assedio infinito al presunto killer dello scooter

Dimensioni di testo Aa Aa

Non uccidete il presunto assassino. Dopo oltre 24 ore di assedio alla casa di Tolosa nella quale resta rinchiuso ed armato, Mohamed Merah può contare su una certezza: le forze dell’ordine francesi vogliono prendere vivo il giovane accusato di aver ucciso 7 persone in una manciata di giorni ed aver “messo in ginocchio la Francia”, come lui stesso si è vantato di aver fatto con i mediatori delle forze speciali.

Alle 23:35, 3 forti esplosioni: si pensa all’assalto finale. Poi invece il silenzio, fino a mattina. Erano soltanto un’azione d’intimidazione, di pressione psicologica per tentare di convincere l’uomo ad arrendersi. Merah aveva dichiarato di non essere votato al martirio e aveva promesso di consegnarsi prima nel pomeriggio, poi a fine serata. Ma nulla è accaduto.

Nessun rimorso, sempre stando alle sue dichiarazioni, semmai un solo dispiacere: non aver potuto uccidere altre persone. Come del resto aveva pianificato. Sempre stando alle rivelazioni fatte dall’interno della sua casa, oggi stesso intendeva uccidere un altro esponente delle forze dell’ordine.