ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'intramontabile fascino del kimono

Lettura in corso:

L'intramontabile fascino del kimono

Dimensioni di testo Aa Aa

Kimono e avanguardia. Alla settimana della moda di Tokyo è di scena il giovane stilista Jotaro Saito. La sua speranza: dare alla moda giapponese una ventata di modernità. Ma attenzione, la sfilata intitolata “Futurismo” è ben lontana dal rinnegare il passato.
Saito spiega che si tratta di un’evoluzione da compiere facendo un passo alla volta.
Ecco quindi capi con disegni, a righe e a pois.

“Il giappone ha molte tradizioni” spiega Saito, ma il mondo ci conosce soprattutto per i cartoni animati o i videogiochi.
Penso che una cultura in cui convivono antico e moderno sia affascinante. Come posso descriverla? La si potrebbe chiamare la nuova “giapponesità”. Non sono abiti minimali, nè semplici.
Cerco di far rispecchiare da un kimono il sentimento di questa nuova “giapponesità”.

La collezione verrà dunque apprezzata dagli estimatori.
Sandali ai piedi e abiti con le tradizionali cinture, le modelle hanno sfilato leggere e sinuose.

Tutt’altro stile alla sfilata di Masanori Morikawa, diventato un’icona leader dopo aver vestito Lady Gaga e altre celebrità. La sua collezione autunno-inverno si chiama “Lost”. Si ispira ai danni causati all’ambiente dalle centrali nucleari di Fukushima e Chernobyl.

Lo stilista racconta di essere rimasto molto colpito dal dramma del 1986 in Russia. La sua collezione pone una domanda: esiste un posto in cui possiamo far ritorno?

Non mancano elementi punk, come borchie, minigonne verdi e giacconi di pelle col pelo all’interno e come gran finale… una gabbia in fiamme, dove un uccello diventa angelo e vola via. In alto, verso il cielo.