ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: attentati a Damasco, sanguinosa repressione a Raqqa

Lettura in corso:

Siria: attentati a Damasco, sanguinosa repressione a Raqqa

Dimensioni di testo Aa Aa

Due autobombe a Damasco che hanno fatto almeno 27 morti, tra cui bambini, e 140 feriti. Una terza esplosione a bordo di un autobus dell’Esercito di liberazione della Palestina, non confermata dalla tv pubblica.

È questo il bilancio di un sabato infernale nella capitale siriana, con le autorità che parlano di “attentati terroristici” che hanno avuto come obiettivi sedi della sicurezza e che “sono parte di un piano che mira a colpire la stabilità del Paese”.

Nelle ultime settimane Damasco ha accusato Arabia Saudita e Qatar di armare i ribelli. La Giordania ha smentito la notizia di materiale militare saudita diretto in Siria attraverso il suo territorio.

È in questo clima politico difficile, mentre la città di Raqqa è l’ultima a subire la repressione del regime, con quattro civili uccisi, che lunedì arriverà a Damasco il team di Kofi Annan, per discutere la proposta di inviare osservatori internazionali nel Paese.

Persino la Russia ha adottato toni inusuali, chiedendo fermamente a Damasco di sostenere, gli sforzi dell’inviato dell’Onu e della Lega Araba.