ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Morto Ivan Demjanjuk, guardia nazista a Sobibor

Lettura in corso:

Morto Ivan Demjanjuk, guardia nazista a Sobibor

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ morto a 91 anni in Germania l’ex criminale nazista Ivan Demjanjuk. Di origine ucraina, viveva in una casa di riposo a Rosenheim in Baviera, da quando era stato rilasciato dal carcere a causa dell’età avanzata. Aveva scontato quasi due anni, prima e dopo il processo.

Per oltre 50 anni aveva vissuto negli Stati Uniti, ottenuto e perso la nazionalità due volte, fino all’estradizione in Germania nel 2009.

Un primo trasferimento era stato deciso nel 1981, verso Israele. Qui Demjanjuk fu condannato a morte dopo che diversi sopravvissuti all’Olocausto lo avevano riconosciuto come Ivan il terribile, guardia del lager di Treblinka.

Il verdetto fu annullato cinque anni dopo dalla corte suprema israeliana, sulla base di nuovi documenti che indicavano che Ivan il Terribile fosse un altro.

Nel 2009 la giustizia tedesca riuscì a ottenere l’estradizione e a processarlo. Nel maggio 2011 Demjanjuk è stato condannato a cinque anni per aver partecipato al massacro dei 27.900 ebrei nel campo di Sobibor in Polonia.

L’accusa non ha potuto basarsi su testimonianze dirette, ma su documenti dell’epoca, tra cui una carta d’identità nazista. La difesa sostiene siano dei falsi e che Demjanjuk, fatto prigioniero dai nazisti perché nell’esercito sovietico, fosse una guardia perché non aveva altra scelta.