ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: condannati oppositori Putin

Lettura in corso:

Russia: condannati oppositori Putin

Dimensioni di testo Aa Aa

I 5 anni di galera inflitti all’imprenditore Alexei Kozlov, per appropriazione indebita di fondi di una compagnia, è l’ultima di una serie di condanne che giovedì sono piovute addosso ad alcuni leader delle manifestazioni di piazza contro Vladimir Putin.

Un tribunale di Mosca ha confermato la pena, che era stata annullata dalla Corte Suprema, per cui Kozlov aveva già passato tre anni in cella.

La sentenza è stata contestata in aula dai familiari di persone accusate anch’esse di crimini finanziari. L’associazione, che dichiara di difendere le vittime della persecuzione politica di Putin, è guidata dalla moglie di Kozlov.

Uscendo dall’aula Olga Romanova ha promesso battaglia contro un sistema giudiziario che ha bollato come corrotto.

A Mosca è stato anche condannato a dieci giorni di prigione il leader del Fronte di sinistra Serghei Udaltsov, per disobbedienza alla polizia. Il 10 marzo scorso aveva tentato con alcune persone una marcia non autorizzata.

Secondo l’opposizione Vladimir Putin, dopo aver ottenuto il suo terzo mandato, sta regolando i conti con chi ha portato contro di lui migliaia di persone in piazza.

Come il blogger Alexei Navalni, condannato sempre giovedì da un tribunale di Mosca, a pagare una multa di 1000 rubli, 25 euro, per aver promosso una manifestazione non autorizzata contro i presunti brogli elettorali.