ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Corte diritti dell'uomo "trasferire Timoshenko in clinica"

Lettura in corso:

Corte diritti dell'uomo "trasferire Timoshenko in clinica"

Dimensioni di testo Aa Aa

Le autorità ucraine permettono alle telecamere l’ingresso nella colonia penale dove è detenuta l’ex premier Iulia Timoshenko.

Percorso obbligato per i giornalisti che non hanno incontrato la leader della rivoluzione arancione.

L’amministrazione penitenziaria ha mostrato la bella stanza dove la Timoshenko avrebbe incontrato la figlia Evgeniya, ma si è rifiutata di aprire le porte di altre celle.

Bocche cucite tra le detenute, solo alcune di loro hanno potuto parlare: “L’igiene e la vita di tutti i giorni non sono male qui – dice una prigioniera – Ma sarebbe meglio non esserci”.

Le immagini di una moderna infermeria contrastano con le notizie sulle precarie condizioni di salute della Timoshenko – visitata nei giorni scorsi da medici tedeschi – e con l’intimazione della Corte europea dei diritti dell’uomo di fornirle le cure mediche.

E il suo legale rende noto che non c‘è stata risposta alla richiesta di incontrare i giornalisti:
“Non so quale stanza sia stata mostrata. Non so quali addobbi abbiano preparato – dice l’avvocato Serhiy Vlasenko – Ma ieri ho visto tutte le detenute pulire il pavimento della prigione e spalare la neve. Mi ha ricordato il mio servizio di leva nell’esercito sovietico”.

“Nonostante l’amministrazione della colonia penale di Kachanivska abbia lasciato entrare i giornalisti – spiega la corrispondente di euronews a Kiev, Evgeniya Rudenko – non abbiamo visto l’edificio dove è detenuta Iulia Timoshenko, né il padiglione, la stanza o la sua finestra”.