ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Allarme siccità in Spagna e Portogallo

Lettura in corso:

Allarme siccità in Spagna e Portogallo

Dimensioni di testo Aa Aa

Questa terra arida è il frutto dell’inverno più secco che la Spagna abbia conosciuto negli ultimi settant’anni. Migliaia di posti di lavoro rischiano di essere compromessi. Una pessima notizia per un paese già piegato dalla crisi. Quest’anno le precipitazioni sono state inferiori del 30% rispetto alla media. I danni per l’agricoltura spagnola sono stimati a 650 milioni di euro.

Jose Manuel Allue ha deciso di irrigare i suoi campi di frumento e segale, per non perdere il raccolto: “Se non piove nei prossimi due o tre giorni, e le previsioni dicono che non pioverà, non c‘è soluzione. Le colture sono andate. Con questa poca acqua, vedremo che cosa ne sarà di frutta e ortaggi. Questa è l’ultima di una serie di catastrofi, ci saranno molti più disoccupati nel settore agricolo. Chi può dire come saremo alla fine dell’anno…”.

Le riserve d’acqua della Spagna si sono ridotte al 62% della loro capacità. Un anno fa, erano all’80 per cento. In regioni come Huesca, sono appena al 20%: questo un tempo era un villaggio sommerso, ora le rovine riaffiorano quasi completamente.

Ángel Ribera, meteorologo: “La siccità in Spagna è un fenomeno ciclico. Ma ciò che stupisce, è che questa volta si è presentata in modo più intenso: in diverse parti del paese, non è caduta una sola goccia in tre mesi. In passato, anche nei periodi di siccità c’era un po’ di pioggia”.

Il vicino Portogallo vive un dramma analogo. Il governo ha appena annunciato misure urgenti per aiutare gli allevatori: un pacchetto da 90 milioni di euro, che include anche una serie di sgravi fiscali. Dati recenti rivelano che metà del paese è in condizioni di siccità estrema, dopo che febbraio si è confermato il mese più secco degli ultimi 80 anni.

Portogallo e Spagna si preparano insomma per un’estate in cui la piaga degli incendi boschivi potrebbe rivelarsi ancora più minacciosa del solito. Nel frattempo, tutti si augurano che i prossimi mesi porteranno un po’ di pioggia.