ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: dai taleban stop a negoziati di pace

Lettura in corso:

Afghanistan: dai taleban stop a negoziati di pace

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo il massacro di 17 civili nella provincia di Kandahar, per cui è sospettato un sergente americano, gli Stati Uniti devono fare i conti con la rabbia di Hamid Karzai, che ha chiesto al segretario della Difesa americano Leon Panetta il ritiro del contingente internazionale dai villaggi e il suo spostamento nelle basi.

In un comunicato il presidente afghano ha anche auspicato che il controllo della sicurezza passi nelle mani di Kabul un anno prima del previsto, nel 2013.

Altra doccia fredda: i taleban hanno deciso di sospendere i negoziati di pace con Washington.

Tutto questo mentre fra la popolazione monta il malcontento per il trasferimento fuori dal Paese del militare accusato della strage.

“Questi americani commettono tali crudeli atrocità. Se i colpevoli vengono trasferiti la gente ha una reazione negativa. Chiediamo al governo e a Karzai di portarlo indietro e processarlo”, dichiara un afghano.

Gli Stati Uniti con dichiarazioni caute stanno tentando di stemperare la tensione nel Paese, già dilagante dopo il rogo di alcune copie del Corano nella base di Bagram.