ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Stop alla morfina. Arriva la molecola anti-dolore

Lettura in corso:

Stop alla morfina. Arriva la molecola anti-dolore

Dimensioni di testo Aa Aa

Dalla Francia la speranza di un analgesico naturale, che promette di rimpiazzare la morfina nella lotta al dolore.

Di prossima pubblicazione sulla rivista scientifica “Nature Review Drug Discovery”, la ricerca si concentra sui cosiddetti “dolori neuropatici”, di natura cioè cronica e generalmente derivanti da disfunzioni al sistema nervoso.

La prima fase di test finora condotti lascia però sperare in un’applicazione su più ampia scala.

Trent’anni di ricerca hanno portato a concentrare l’attenzione sulle encefaline: neurotrasmettitori della famiglia delle endorfine, che agiscono come “morfine interne”, nel limitare la percezione del dolore.

PL-37 il nome della molecola messa a punto dalla Pharmaleads, in grado di inibire gli enzimi naturali che attaccano le encefaline. Agendo come uno scudo, questa molecola consente cioè di proteggerle dall’assalto degli enzimi e così di prolungare un effetto analgesico, che altrimenti durerebbe appena qualche secondo.

“Ci siamo detti che la soluzione poteva consistere nel proteggere le encefaline, in modo da incrementarne concentrazione e durata di vita – spiega Bernard Roques, direttore scientifico di Pharmaleads -. In questo modo si ottengono effetti praticamente analoghi a quelli della morfina”.

A differenza della morfina, derivato dall’oppio di natura esogena di cui non può localizzarsi l’azione, le encefaline non producono però effetti collaterali.

La seconda fase di test partirà nei prossimi mesi. Il 2017 l’orizzonte previsto per la commercializzazione della molecola anti-dolore. Nel frattempo non resta che continuare a stringere i denti.