ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kabul a Washington: via le truppe entro il 2013

Lettura in corso:

Kabul a Washington: via le truppe entro il 2013

Dimensioni di testo Aa Aa

La strage di Kandahar affossa la missione della Nato in Afghanistan. Il presidente Hamid Karzai ha chiesto al segretario alla Difesa statunitense Leon Panetta di ritirare le truppe dai villaggi e di anticipare la fine della missione Isaf al 2013.

Gli Stati Uniti si trovano di fronte al fallimento del programma di stabilizzazione, con i taleban che hanno deciso di sospendere i negoziati di pace con Washington.

Nel paese la tensione è altissima. Non lontano da Kandahar è scoppiata nuovamente la rabbia alla notizia che il sergente statunitense, autore della strage di 16 civili – 9 i bambini -, è stato portato via dal Paese, forse in Kuwait.

“Il soldato americano deve essere giudicato a Kandahar, perché è stato portato via dall’Afghanistan quando ha ucciso persone innocenti in questo paese? – si chiede un anziano di Kabul – È stato trasferito in un altro luogo per essere liberato. Perché ha assassinato 16 persone? Per quale motivo li ha massacrati? vogliamo che sia punito qui in Afghanistan”.

Il militare non è stato ancora incriminato, ma Panetta ha detto che rischia la pena di morte, se riconosciuto colpevole.