ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Turchia ancora profughi siriani. Ankara: Damasco ha minato il confine

Lettura in corso:

In Turchia ancora profughi siriani. Ankara: Damasco ha minato il confine

Dimensioni di testo Aa Aa

Un nuovo afflusso di profughi siriani nei campi allestiti in territorio turco, vicino al confine fra i due paesi. Fra ieri e oggi ne sarebbero arrivati poco meno di un migliaio, portando così ad oltre 15mila il numero totale degli sfollati. Fra gli ultimi giunti nel campo di Hatay ci sarebbe anche un generale disertore, scappato per unirsi al cosiddetto Esercito siriano libero che ha una base proprio ad Hatay.

Secondo il vice premier turco Besir Atalay le truppe di Damasco avrebbero minato ie zone di frontiera con la Turchia e con il Libano proprio per scoraggiare la fuga dalla Siria.

Il nuovo esodo sarebbe legato ai bombardamenti in corso sulla città di Idlib nei pressi della quale, secondo l’Osservatorio siriano dei diritti umani basato a Londra e legato ai Fratelli Mussulmani, sarebbero stati ritrovati 23 cadaveri, alcuni con segni di tortura.

Il governo di Ankara organizzerà il 2 aprile, a Istanbul, una seconda Conferenza degli amici della Siria e avrebbe in agenda la creazione di una zona cuscinetto al confine.