ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Belgio piange i suoi figli

Lettura in corso:

Il Belgio piange i suoi figli

Dimensioni di testo Aa Aa

La sorte dei 22 bambini che martedì non hanno fatto ritorno dalla gita scolastica in Svizzera, ha gettato nello sgomento l’intero Paese. Sul pullman schiantatosi nel tunnel dell’autostrada elvetica numero 9 sono morti anche 4 adulti. Anche a loro va il pensiero di chi in un silenzioso pellegrinaggio si sta recando agli istituti coinvolti, entrambi nella regione fiamminga del Paese. Alla scuola elementare di Lommel come all’ istituto Saint Lambertus di Haverlee domina l’incredulità:

“La prima reazione è quella di smettere di mandare i miei figli in gita. Lo so è una cosa stupida ma come fai altrimenti a proteggerli?” – dice una madre.

“Ho appena visto due poliziotti con le lacrime agli occhi, per tutti è un momento molto difficile, questo è un giorno molto difficile” – aggiunge un ragazzo.

Le autorità del Belgio hanno confermato che il riconoscimento dei 24 bambini feriti e ricoverati in Svizzera è terminato. Per il loro rimpatrio sono stati messi a disposizione alcuni velivoli dell’esercito.