ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cina, silurato leader Partito Comunista

Lettura in corso:

Cina, silurato leader Partito Comunista

Dimensioni di testo Aa Aa

Licenziato. Carriera politica finita per uno dei capi carismatici del partito comunista cinese: Bo Xilai è stato rimosso dall’incarico di segretario nella megalopoli di Chongqing nel sudovest del Paese.
La testa di Bo cade insieme a quella del suo vice, Wang Lijung, per lo scandalo provocato da quest’ultimo che in occasione di una visita ufficiale in un consulato statunitense avrebbe chiesto asilo politico. Fine amara quanto annunciata, per colui che aspirava a diventare uno dei nuovi leader del Partito, che rinnoverà la dirigenza in ottobre.

“Quanto accaduto a Wang Lijung deve fare riflettere il governo e il partito di Chiongqing” – ha detto il premier Wen Jabao.

Secondo gli osservatori occidentali Bo Xilaj è stato silurato. Nel Partito avrebbe prevalso la linea dei suoi avversari politici, che non hanno visto di buon occhio il personalismo con cui ha governato a Chongqing. Per altri gli è stato fatale l’impegno nel combattere il crimine organizzato.