ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'UE attacca i patrimoni criminali, lotta al riciclaggio di denaro sporco

Lettura in corso:

L'UE attacca i patrimoni criminali, lotta al riciclaggio di denaro sporco

Dimensioni di testo Aa Aa

Colpire la mafia e le altre organizzazioni criminali al cuore dei loro interessi finanziari, e’ l’obiettivo di nuove regole volte ad agevolare la confisca dei beni e combattere il riciclaggio di denaro sporco da un paese all’altro. La Commissione europea ha presentato una proposta, largamente ispirata alla legislazione italiana, che faciliterà la confisca di macchine, barche, o terreni anche quando sono ceduti ad un prestanome. Sarà possibile anche congelare le proprietà in via precauzionale.

Sono misure attese perché la mafia non ha confini, spiega il commissario agli affari interni, Cecilia Malmström: “Vorrei fare l’esempio della mafia italiana che ha investito molto in proprietà immobiliari nel sud della Francia o in Spagna, ma conosciamo anche gang motorizzate che opera nel nord dell’Europa e si muovono liberamente tra i confini di Svezia, Danimarca, Paesi Bassi, Germania. Con le nuove norme la polizia potrà seguire piu’ facilmente i loro investimenti in proprietà o ristoranti”

La Commissione europea suggerisce inoltre di creare in ogni paese un ufficio per la gestione dei beni confiscati.
In Italia nel 2009 sono stati congelati beni in via temporanea per 800 milioni di euro.