ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan, truppe Usa in massima allerta

Lettura in corso:

Afghanistan, truppe Usa in massima allerta

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze statunitensi in Afghanistan sono in stato di massima allerta, dopo gli incitamenti alla vendetta lanciati dai taleban per la strage di Kandahar.

L’episodio ha accentuato le tensioni tra Washington e Kabul, proprio quando l’amminsitrazione Obama stava negoziando una partnership strategica con il governo afgano per mantenere una presenza militare nel paese anche dopo il ritiro delle sue truppe nel 2014.

A poco valgono le scuse presentate alle famiglie delle vittime dal portavoce dell’Isaf, costretto ad ammettere che il massacro di domenica è un nuovo motivo di preoccupazione per le forze della coalizione a guida Nato.

L’incidente si innesta infatti sulle violente proteste di poche settimane fa contro il rogo di alcune copie del Corano in una base Nato. La pazienza degli afgani ha toccato il limite e di questo scontento potrebbero facilmente approfittare i taleban.

L’attivista per i diritti umani Nadir Nadery afferma che episodi come la strage di Kandahar minano alle basi ogni sforzo di stabilizzazione del paese e sono una miccia nelle mani di chi vuole far sollevare il popolo contro il governo di Kabul e i suoi partner internazionali.

Della strage sarebbe responsabile un sergente americano, che ha provocato sedici vittime, compresi nove bambini e tre donne. Secondo testimoni locali, l’uomo non avrebbe agito da solo. Il presidente americano Obama ha promesso un’inchiesta trasparente e in tempi rapidi.