ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia, tagli alla spesa, ma si punta alla ricrescita. Nuove speranze per Atene

Lettura in corso:

Grecia, tagli alla spesa, ma si punta alla ricrescita. Nuove speranze per Atene

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ tempo di tagli in Grecia, ma dopo il buon risultato dell’operazione di scambio del debito, c‘è chi prova a guardare al futuro.

Ora ci sono le condizioni per concedere ad Atene altri aiuti.

E cosa meglio di una metafora da barbiere, per veicolare concetti che hanno invece a che fare con l’economia?

“Più tagli e più cresceranno forti; speriamo che sia lo stesso coi bond. Li tagliamo ma ricresceranno”, spiega questa parrucchiera.

I dati ufficiali indicano un concambio superiore all’85 per cento: come conseguenza la Grecia potrà ora ridurre di oltre 100 miliardi il suo debito, che ammonta a 350 milioni di euro.

“Con la più grande ristrutturazione del debito mai fatta, per la Grecia si apre una finestra di opportunità. E’ un risultato importante, storico, reso possibile dagli sforzi sistematici e coordinati di moltissima gente”

Ma gli analisti mantengono un atteggiamento cauto. Pur riconoscendo i segnali positivi, ricordano l’ampiezza del rischio. Ecco Philippe Waetcher.

“La situazione in Grecia, per i cittadini greci, rimane estremamente fragile. La domanda da porsi è sapere se la Grecia, considerando il piano di austerità, potrà fronteggiare i suoi obblighi”.

Prudente anche l’agenzia di rating Moody’s, che conferma per Atene lo stato di default, lasciando il paese nella fascia C, la più bassa della sua scala.