ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cento miliardi di sconto per Atene grazie allo swap

Lettura in corso:

Cento miliardi di sconto per Atene grazie allo swap

Dimensioni di testo Aa Aa

Fiato sospeso ad Atene ma anche nel resto del mondo. Dall’adesione allo swap del debito pubblico greco, che rappresenta la ristrutturazione più grande di sempre – si saprà se la Grecia si salverà oppure farà bancarotta.

Nel tardo pomeriggio, risultava che oltre il 75 per cento dei detentori privati dei titoli di Stato – tra questi ci sono soprattutto banche e fondi pensione greci ed europei – ha detto sì all’accordo, che prevede una perdita fino al 74 per cento del valore del proprio credito. Grazie a questo maxi sconto, il governo greco alleggerirà il debito sovrano, che ammonta a 206 miliardi, di 100 miliardi di euro.

La Banca centrale europea ha deciso di riammettere i titoli greci come garanzia della liquidità e dei prestiti concessi alle banche.
Il presidente Mario Draghi ha detto che i bond ellenici detenuti dalla Bce sono esenti dallo swap.

Il board del Fondo monetario internazionale si riunirà il 15 marzo prossimo per discutere la
situazione della Grecia e il possibile, atteso, nuovo prestito.