ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Abkhazia, il territorio conteso tra Mosca e Tbilisi.

Lettura in corso:

Abkhazia, il territorio conteso tra Mosca e Tbilisi.

Dimensioni di testo Aa Aa

Settembre 2011, Alexander Ankvab viene eletto Presidente della Repubblica d’Abhkazia a seguito della scomparsa del suo predecessore. A riconoscere la legittimità del voto sono però soltanto Russia, Nicaragua, Venezuela e alcune piccole isole del Pacifico.

Per la comunità internazionale l’Abkhazia resta una regione della Georgia, a cui fu annessa nel 1931 da Stalin.

A seguito dell’indipendenza nel 1992 la Georgia, invia le proprie truppe in Abkhazia per bloccare ogni tentativo di secessione.

Il ritiro avviene nel 1993, dopo un conflitto sanguinoso e la fuga di migliaia di georgiani dalla regione di Sukhumi.
L’Abkhazia dichiara l’indipendenza unilaterale nel 1999. La ccomunità internazionale reagisce imponendo l’ embargo economico.

Sukhumi diventa dipendente dall’economia russa. Il rublo diventa la moneta per gli scambi commerciali, mentre per viaggiare la popolazione ha bisogno di documenti russi. Radio e giornali di Mosca si diffondono a macchia d’olio nella regione.

Nel 2008 Tbilisi dichiara guerra al Cremlino, nel tentativo di riprendere il controllo di un’altra regione separatista, il Sud Ossezia.-

Lo scoppio del conflitto russo-georgiano favorisce la ripresa delle ambizioni separatiste dell’Abkhazia. Le truppe di Sukhumi occupano la Gola di Kodori, un territorio strategico al confine tra Abkhazia e Georgia. Nonché corridoio privilegiato d’ingresso per l’esercito russo.

Il ritiro di Mosca dai territori georgiani avviene nel Settembre 2008. Ma non dai territori abkhazi, dove la presenza di truppe russe serve a garantire l’indipendenza di Sukhumi da ogni tentativo di riannessione a Tbilisi.