ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Protesi al seno Pip: Mas in carcere per insolvenza

Lettura in corso:

Protesi al seno Pip: Mas in carcere per insolvenza

Dimensioni di testo Aa Aa

È in carcere a Marsiglia Jean-Claude Mas, fondatore della Pip, società francese al centro di uno scandalo internazionale per la vendita di protesi mammarie difettose.

L’ex dirigente è finito dietro le sbarre martedi sera per non aver pagato parte della garanzia da 100 mila euro, destinata al pagamento dei risarcimenti.

Da fine gennaio è indagato insieme al presidente della società per “lesioni colpose” e violazione delle norme di sicurezza. Rischia un anno di prigione e 15 mila euro di multa.

Mas ha ammesso di aver utilizzato un gel non conforme ma nega che sia più pericoloso per la salute di quello in commercio.

In attesa che le autorità competenti stabiliscano un nesso certo tra la fuoriuscita accidentale del gel dalle protesi e i casi di tumore, per precauzione molti governi ne hanno consigliato la rimozione.

Sono 190 le vittime accertate finora. E sarebbero da 400 a 500 mila le donne con protesi Pip nel mondo, in particolare in Spagna, Gran Bretagna e Sudamerica.