ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ok di Damasco, la Mezzaluna rossa entra a Homs

Lettura in corso:

Ok di Damasco, la Mezzaluna rossa entra a Homs

Dimensioni di testo Aa Aa

Proteste di piazza a oltranza e pressioni internazionali crescenti su Damasco che, a un anno dall’inizio della rivolta, non mette fine alle violenze.

Una nota positiva: il sì del governo all’ingresso della Mezzaluna Rossa siriana a Bab Amro, quartiere di Homs sotto le bombe da un mese.

La Turchia, vicina ed ex alleata, esprime la propria preoccupazione:

“I problemi di un paese non possono restare problemi interni se sono andati oltre i limiti ragionevoli e sono diventati un problema per la comunità internazionale e l’intera umanità”, ha dichiarato il presidnete turco Abdullah Gul, “Purtroppo questo è ciò che sta accadendo in Siria. Ogni giorno muoiono molte persone. Non abbiamo fiducia nel governo siriano”.

La responsabile delle Nazioni Unite per gli aiuti umanitari intanto è giunta a Damasco.

Valerie Amos vuole ottenere l’accesso per gli aiuti internazionali nelle zone più colpite dalla repressione e dagli scontri tra forze fedeli al governo ed esercito libero siriano.

Nove mila vittime, 25 mila rifugiati: questo il bilancio di una crisi di cui anche la Lega araba discute al Cairo con Mosca.