ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania: la funzione pubblica resta in stato di agitazione

Lettura in corso:

Germania: la funzione pubblica resta in stato di agitazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Si diffonde la protesta sociale in Germania. Anche oggi almeno 70mila lavoratori del settore pubblico hanno scioperato a sostegno della trattativa sull’aumento degli stipendi.

I sindacati chiedono buste paga più pesanti del 6,5%, con un aumento minimo di 200 euro:

“Sì, siamo arrabbiati – dice una manifestante – perché dobbiamo lavorare sempre di più, visto che le aziende riducono il personale, quindi vogliamo più soldi”.

“Chi lavora non riceve un salario adeguato – aggiunge un altro – Ma chi sta in alto, chi comanda, quelli sì che si riempiono le tasche. E questo non mi piace”.

Il movimento, che i sindacati chiamano scioperi di avvertimento, è un fenomeno abbastanza inusuale in Germania, dove i sindacati preferiscono in genere prima negoziare e poi entrare in stato di agitazione. Ma 10 anni di moderazione salariale, accettati per ridurre la disoccupazione e sostenere le esportazioni, hanno provocato un esercito di lavoratori poveri che sono la faccia nascosta del miracolo economico tedesco.