ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: strage di disertori a Idlib. Pechino invita al dialogo

Lettura in corso:

Siria: strage di disertori a Idlib. Pechino invita al dialogo

Dimensioni di testo Aa Aa

Una fine immediata, piena e incondizionata delle violenze in Siria. Questo l’appello della Cina alle due parti in guerra.

Pechino continua ad opporsi a qualsiasi ingerenza straniera, ma invita al dialogo con la mediazione dell’inviato speciale di Onu e Lega araba Kofi Annan.

Mentre la diplomazia si muove a rilento, nel Paese prosegue la repressione. L’esercito siriano ha occupato la città di Deir al-Zor per soffocare la rivolta scoppiata dopo l’uccisione di tre manifestanti. È strage a Idlib: 47 soldati che volevano disertare sono stati uccisi dai militari fedeli a Bashar al Assad.

Il regime, inoltre, continua ad impedire l’ingresso a Baba Amro – il quartiere di Homs ridotto in macerie -al convoglio di aiuti umanitari della Croce Rossa.

Sono attesi oggi a Parigi i corpi della giornalista statunitense Marie Colvin e del fotografo francese Remi Ochlick, uccisi il 22 febbraio.

I due reporter sono tra le ultime vittime di guerra che ha fatto – in 11 mesi – oltre 7.500 morti.