ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Esplosioni a Brazzaville, sale a 200 il numero dei morti

Lettura in corso:

Esplosioni a Brazzaville, sale a 200 il numero dei morti

Dimensioni di testo Aa Aa

Sarebbe stato un incendio partito in un deposito di munizioni a causare, a Brazzaville, capitale del Congo, una serie di pesanti esplosioni che hanno ucciso almeno 200 persone e ferito 1500.

Teatro di quello che finora viene classificato come un incidente, la sede del Reggimento Blinde dell’esercito. Gli scoppi hanno causato danni anche a Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, divisa da Brazzaville dal fiume.

Fonti della presidenza della repubblica sostengono che ci siano ancora molte persone intrappolate nelle loro case, per cui il bilancio delle vittime potrebbe salire.

“Ero a casa, e ho improvvisamente sentito uno scoppio dalla zona della caserma. E’ stato un fuggi fuggi, con le case che cadevano. Io sono uscito di casa con mio zio, e mi è caduto un muro sulla testa”, spiega un abitante della capitale.

Tutta da ricostruire l’esatta dinamica dei fatti, ma il ministro della Difesa congolese ha escluso categoricamente che le esplosioni possano essere riconducibili ad un eventuale ammutinamento.

La situazione d’emergenza a Brazzaville è destinata a durare per giorni. Le autorità hanno fatto appello a tutti i medici del paese perche si rechino negli ospedali della capitale, per far fronte al numero enorme di feriti.