ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni in Russia, il "Grande fratello antibrogli" non convince l' Osce

Lettura in corso:

Elezioni in Russia, il "Grande fratello antibrogli" non convince l' Osce

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo le elezioni parlamentari del 4 dicembre, si sono moltiplicate le proteste in nome di consultazioni trasparenti.
 
Le elezioni più filmate
 
La risposta del Cremlino è stata l’installazione di circa 200 mila telecamere nei seggi. Un sistema che in queste ore è al centro delle critiche di chi sta monitorando le presidenziali da comune cittadino o da attivista dell’opposizione: gli osservatori sono circa 500 mila.
 
 
Le critiche dell’Osce
 
Difficile per i critici parlare di un effettivo controllo a distanza. I giornalisti stranieri che stanno seguendo lo scrutinio raccontano di urne non inquadrate, di immagini bloccate per lungo tempo, della difficoltà di accedere al sito che rimanda alla mappa degli oltre 90 mila seggi. La responsabile della missione Osce che vigilia sulla regolarità del voto ha sottolineato come questo sistema non garantisca la trasparenza. “Ci sono cose che una telecamera non può filmare – afferma la responsabile della missione Heidi Tagliavini – non c’ è certezza sulla regolarità dello scrutinio, sulla registrazione dei risultati e sulla loro elaborazione”
 
 
Golos, il sito che svela i brogli
 
Secondo l’ Ong Golos, che controlla le operazioni di voto questo sistema avrebbe avuto come effetto perverso la moltiplicazione di seggi nelle aziende: “Dove le telecamere non sono state predisposte e dove le persone subiscono direttamente le pressioni dei superiori” – sottolinea Andrei Bouzine – impegnato per Golos nel monitoraggio. In occasione del rinnovo della Duma nel dicembre scorso Golos ha pubblicato “la carta dei brogli”, trasformando in piattaforma interattiva le segnalazioni degli elettori e degli osservatori.
Iniziativa che è costata all’Ong una denuncia per violazione della legge elettorale. Denuncia che non li ha fermati: la carta sta raccontando cosa non va secondo gli osservatori anche in occasione di queste presidenziali.
 
Guarda anche:
 
La carta delle frodi secondo Golos
 
Il rapporto Osce