ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: "giornata del silenzio" per le presidenziali

Lettura in corso:

Russia: "giornata del silenzio" per le presidenziali

Dimensioni di testo Aa Aa

La “giornata del silenzio” è colma di tensione in Russia. Mancano ormai poche ore alle presidenziali in cui il premier Putin conta di riprendersi la poltrona ceduta a Medvedev nel 2008.

Nella maggior parte dei collegi elettorali sono state installate webcam che permetteranno a chiuque di seguire il voto online. E’ la risposta di Putin alle accuse di brogli mosse in occasione della vittoria del suo partito Russia Unita alle legislative di dicembre.

Veglieranno sullo scrutinio anche 900 osservatori, per la maggior parte internazionali.

Secondo gli ultimi sondaggi, Putin parte favorito. contro i suoi quattro sfidanti. Eppure l’attuale premier deve fronteggiare una frangia di oppositori senza precedenti.

Per evitare problemi è stato disposto un presidio rafforzato di ogni singolo collegio.

Se Putin è sicuro della vittoria, un test di popolarità condotto in un bar di Mosca mostra che non è lui il favorito tra i clienti. 20 mila giovani hanno indicato il proprio candidato scegliendo la sua effigie sul caffé. Un risultato amaro per l’uomo forte della Russia.