ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Egitto: primo passo verso la nuova Costituzione

Lettura in corso:

Egitto: primo passo verso la nuova Costituzione

Dimensioni di testo Aa Aa

Le due Camere si sono riunite al Cairo International Conference Centre per definire i criteri di nomina dell’assemblea costituente. Saranno i cento prescelti a riscrivere la legge fondamentale. I nomi verranno annunciati il 24 marzo, ma è già polemica. Gli attivisti chiedono che la scelta venga effettuata dopo il trasferimento del potere a un governo civile. I partiti discordano sul numero di membri del parlamento da includere nell’assemblea e su quali categorie dovranno essere rappresentate.

“Spero che la nuova costituzione -dichiara il leader di un partito islamico di centro – renda netta la divisione fra i tre poteri, in modo che nessuno di questi prevalga sull’altro. Spero anche che il potere giudiziario sarà indipendente e in grado di prendere tutte le decisioni senza presisoni”.

“Vogliamo una costituzione senza segregazione né differenze”. Si legge nel manifesto brandito da un cristiano copto dirigente di un movimento della gioventù.

“Vogliamo una costituzione che rappresenti tutti gli egiziani. Vogliamo che i giovani, le donne e le minoranze siano rappresentate”.

Una volta scelta, l’assemblea avrà sei mesi per riscrivere la costituzione che verrà quindi sottoposta a referendum.

“In Egitto tutti si chiedono in che modo verrà scritta la nuova costituzione al fine di assicurare un equilibrio tra il potere dell’esercito e il parlamento nel post Mubarak. Una cosa è certa, la strada da percorrere è ancora lunga e complessa”.