ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: in vista delle Presidenziali, arrivano gli osservatori

Lettura in corso:

Russia: in vista delle Presidenziali, arrivano gli osservatori

Dimensioni di testo Aa Aa

Un voto cruciale per la Russia, sperando che sia tutto regolare: gli osservatori internazionali sono giunti sul posto, in vista delle elezioni del 4 marzo. Gli inviati dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa hanno incontrato alcuni leader politici d’opposizione, che hanno esposto le limitazioni imposte loro, ma per Tiny Cox, che guida la delegazione, il mandato è chiaro:

“Se ci sono denunce, la federazione Russa ha i propri organi per occuparsene. Non siamo qui per giudicare, ma per osservare, questo è il nostro mandato, e speriamo di poterlo fare come lo abbiamo fatto alle legislative”

Il mandato, dunque, si limita a verificare la correttezza del processo elettorale. Per ora, non vi sono segni di tensione particolare, ma il rischio esiste:

“Dobbiamo credere a quello che ci dicono i candidati. E dicono tutti che vogliono vedere elezioni libere. Lo dice Putin, lo dicono tutti. Diamo per scontato che dicano la verità, ma il problema è: la pensano così anche tutti gli incaricati sul campo, o vogliono far piacere ai loro referenti?”

Un gruppo di monitoraggio indipendente russo, Golos, denuncia invece pressioni già in atto in alcune sezioni elettorali. Tra le legislative ed oggi, migliaia di russi hanno chiesto una formazione per fare gli osservatori elettorali.