ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elettronica di prestigio: come guidare senza mani

Lettura in corso:

Elettronica di prestigio: come guidare senza mani

Dimensioni di testo Aa Aa

Erik Coelingh, Dirigente Tecnico della Volvo:
“ Questo sistema consente una guida totalmente automatica del veicolo. Lo si puo’ immaginare come un sistema di navigazione automatico che segue il veicolo che ha davanti, cosi’ la macchina frena al tuo posto oppure accelera o sterza al posto del pilota”.

Mani libere, i piedi che non devono spingere sui pedali…è il relax.

Questo prototipo offre un nuovo stile di guida in cui altri hanno il controllo del veicolo.

Erik Coelingh, Dirigente Tecnico della Volvo:
“ Cio’ significa che non è necessario fare attenzione alla guida e che ci si puo’ dedicare a qualcos’altro”.

La tecnologia è nota come Road Train System e la persona che guida il convoglio è un autista specializzato, nel camion di testa.

Una volta in movimento le automobili seguono il veicolo di testa come legati da un filo, un invisibile filo elettronico fatto da telecamere e radar.

Tom Robinson, Direttore di Progetto della Ricardo:
“Il cuore del sistema è un concentrato di tecnologie. Non credo che saremmo riusciti nell’impresa senza poter disporre di comunicazioni fra i veicoli. Per questo disponiamo di un sistema wi-fi che serve alla comunicazione fra il veicolo di testa e quelli che lo seguono per fornire informazioni aggiuntive per questi ultimi in modo da controllarne i comandi”.

Il Road Train System è il prototipo di sviluppo di un progetto europeo. L’idea è ridurre i consumi di carburante, ridurre la congestione e rendere le strade piu’ sicure.

Naturalmente ci sono diversi scogli legali e ammnistrativi per consentire ad un convoglio cosi’ di muoversi sulla rete stradale pubblica.

Ma intanto alcune tecnologie per l’automazione possono già rendersi disponibili.

Tom Robinson, Direttore di Progetto della Ricardo:
“ Probabilmente ci saranno presto le interconessioni per configurare diversi tipi di correlazioni fra i veicoli, fra il veicolo che decide le manovre da eseguire e quello che segue nella direttrice principale”.

Il convoglio col sistema sperimentato da Volvo ha marciato per un’ora durante un test che prevedeva una distanza intermedia di qualche metro fra i veicoli.

“Guidare è divertente anche se non lo è sempre, qualche volte diventa molto noioso. Intendiamo fornire ai nostri clienti un sistema di guida in cui si puo’ anche non prestare attenzione alla strada o col quale si possa evitare di guidare nelle code, in quel momento potranno dedicarsi ad altro”.