ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

India: sciopero generale in piena campagna elettorale

Lettura in corso:

India: sciopero generale in piena campagna elettorale

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutto chiuso: negozi, trasporti, servizi, lo sciopero generale in India non ha risparmiato nessuna categoria, ad eccezione della finanza e della politica. Il Paese si ferma per chiedere al governo interventi urgenti contro l’inflazione, più diritti sindacali e tutele sociali per i lavoratori. Non tutti sono d’accordo:

“Gli scioperi non dovrebbero esserci, non servono a nessuno, causano solo perdite”

“Chi sciopera ha ragione, perché con l’inflazione che c‘è è impossibile mantenere una famiglia con 5 o 10.000 rupie”

10.000 rupie valgono circa 150 euro, uno stipendio medio per un bancario, come il primo intervistato, in India. Lo sciopero, il 14esimo sciopero generale dal ’91, è particolarmente pesante ora per il governo di Manmohan Singh, che ha perso l’aura di protettore dei poveri. È impegnato in campagna elettorale in ben cinque stati dei più popolosi, e a guidare lo sciopero è proprio il sindacato vicino al suo partito.